1 giugno 2017. Sulla panca rossa della Libreria Marco Polo, Venezia.

C’è una libreria a Venezia, si chiama Libreria MarcoPolo, che ha fatto una scelta speciale e coraggiosa: tenere sugli scaffali solamente libri che piacciono a loro, con le novità di soli editori indipendenti e solo se almeno uno dei tre librai, Claudio, Sabina e Flavio, li hanno letti e amati. E poi uno scaffale, si chiama “Maisenza”, in cui hanno raccolto circa cinquecento libri senza tempo, consigliati a chi cerca semplicemente qualcosa di bello. Grazie a loro ho scoperto un giorno che Piccola Osteria senza Parole passava di mano in mano fra gli osti di Venezia; grazie a loro ho capito, all’ombra della vecchia pescheria di Rialto, che un libro si può anche leggere ad alta voce e basta, senza per forza doverlo spiegare. E grazie a loro torno in laguna, sentendomi un po’ speciale anch’io, per raccontare di Bellissimo sulla panca rossa. In Campo Santa Margherita (Dorsoduro 2099) domani sera, giovedì 1 giugno, alle ore 20.

Lascia un commento